Vai al contenuto principale

Viaggio nelle esperienze di tutela ambientale degli Enti locali

Gazzetta ambiente - numero 1 - anno 2019

Articoli presenti nella sezione

Avviamo da questo numero la rubrica Viaggio nelle esperienze di tutela ambientale degli Enti locali per ospitare e divulgare le tante best practice che hanno contraddistinto molte realtà locali. Andremo alla ricerca degli assessori che si occupano di ambiente e dei risultati raggiunti nelle loro comunità per conoscere il dettaglio dell'attività attraverso una chiaccherata/intervista con loro.
Non potevamo non iniziare con Alessio Ciacci per antonomasia il più conosciuto degli amministratori locali d'Italia per la sua intensa attività di tutela ambientale.
Nominato Personaggio Ambiente italiano dell'anno nel 2013 per il suo impegno sui temi del riciclo, della riduzione dei rifiuti e "verso rifiuti zero", nel 2017 è stato premiato a Vienna come unico italiano al concorso europeo Innovation in Politics Awards e, nello stesso anno a Bruxelles, presso il Parlamento europeo, assieme ai "Campioni dell'economia circolare italiana". Infine nel 2018 ha ricevuto il Premio Città di Capannori.
È Presidente di Acsel Spa (azienda pubblica di igiene urbana dei 39 comuni della Val di Susa); Amministratore unico di CERMEC Spa (azienda pubblica di gestione impianti trattamento rifiuti dei comuni di Massa e Carrara); Amministratore unico di Minerva scarl (azienda pubblica di igiene urbana dei comuni di Colleferro e limitrofi); membro del Consiglio di amministrazione di Geal spa (azienda mista di gestione del servizio idrico del Comune di Lucca); membro del Consiglio Direttivo Ambiente di UTILITALIA (Associazione nazionale delle aziende pubbliche e miste che si occupano di servizi ambientali). Dal 2015 al 2018 è stato Presidente e Amministratore delegato di ASM Rieti spa, l'azienda mista multiservizi del Comune di Rieti e membro del Consiglio direttivo nazionale di ASSTRA, Associazione delle società ed enti del trasporto pubblico locale di proprietà degli enti locali, delle regioni e di imprese private.
Dal 2015 è consulente dell'Unione Europea su progetti di sostenibilità ambientale legata al riuso e riciclo dei rifiuti urbani.
Nel 2014 e 2015 è stato Commissario di Messinambiente Spa, chiamato dal Sindaco di Messina a guidare la società pubblica di gestione rifiuti della città (dove ha realizzato progetti di successo sulla razionalizzazione della gestione, la riduzione dei costi, la raccolta differenziata e la riduzione degli scarti). È stato inoltre membro del Consiglio di Amministrazione di Sea Ambiente Spa. Dal 2007 al 2013 è stato Assessore all'Ambiente del Comune di Capannori, il primo comune in Italia ad aver aderito alla strategia internazionale "Rifiuti Zero"; è stato membro del consiglio direttivo dell'Associazione dei comuni virtuosi, del direttivo nazionale del Coordinamento enti locali Agende 21 per Kyoto. È presidente e membro di Osservatori Rifiuti Zero istituiti da comuni italiani.
È stato membro del Consiglio d'Amministrazione dell'Ato rifiuti della Provincia di Lucca, del direttivo nazionale dell'Associazione Mani Tese. Ha svolto attività di cooperazione in molti Paesi del Sud del mondo, lavorando in Guatemala per l'Agenzia per lo sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP).