Vai al contenuto principale

L'erosione dei litorali e la sabbia come risorsa naturale

Gazzetta ambiente - numero 1 - anno 2018

Articoli presenti nella sezione

L'instabilità dei litorali rappresenta uno dei rischi più rilevanti dal punto di vista dell'impatto sulle attività antropiche (il 30% della popolazione italiana vive stabilmente lungo la costa) e sull'ecosistema costiero. La mancanza di un approccio razionale al fenomeno con interventi che ancora non rispondono a criteri di integrazione e sostenibilità, è in profondo contrasto rispetto agli orientamenti di carattere generale, già assodati nell'ambito delle più avanzate politiche europee ed internazionali. A questo scopo il Tavolo Nazionale sull'Erosione Costiera, istituito nel 2016 dal MATTM insieme alle 15 Regioni costiere italiane, ha elaborato le "Linee Guida Nazionali per la difesa della costa dai fenomeni di erosione e dagli effetti dei cambiamenti climatici" che costituiscono una concreta traccia per la gestione dell'erosione costiera a medio e lungo termine, senza limitarsi a descrivere tecniche d'intervento che, prese singolarmente, non consentono di inquadrare in modo corretto il fenomeno e che anzi spesso hanno generato ulteriori problemi. Nel solco di queste Linee Guida è stato sviluppato il presente contributo nell'ambito del più generale "Piano operativo per l'individuazione di giacimenti di sabbia sottomarini utilizzabili per il ripascimento artificiale dei litorali sabbiosi in erosione della regione Puglia" sviluppato dal RTI CNR-ISMAR, CONISMA, SOPROMAR per conto dell'Autorità di Bacino della Puglia. L'approccio impiegato nel definire queste linee strategiche rappresenta una fra le prime applicazioni pratiche dei principi di pianificazione integrata rispetto all'impiego sostenibile di un risorsa che nel prossimo futuro si mostrerà quanto mai decisiva per la difesa dei litorali: la sabbia.