Vai al contenuto principale
Davide Zeccolella, già guida di Vivara e ambientalista LIPU sul ponte che collega Vivara a Procida.

L'Isola di Vivara

di Susanna Tomei

L'Isola di Vivara è un piccolo lembo di terra (circa 32 ettari) lungo e stretto, disposto lungo una direttrice nord-sud, separato dall’Isola di Procida in provincia di Napoli da uno stretto passaggio di mare attualmente superabile grazie alla presenza di un ponte. 

È diventata Riserva Naturale Statale, con decreto del Ministero dell’Ambiente del 24 giugno 2002. L’isola, inoltre, è Zona Speciale di Conservazione  (ZSC) e Zona di Protezione Speciale (ZPS) ai sensi delle Direttive Europee “Habitat” ed “Uccelli”, di grande interesse comunitario. Per questo motivo, il Comitato di gestione della Riserva ha avviato, nel corso degli anni, una serie di attività volte a conservare le caratteristiche floro-faunistiche dell’isola e salvaguardarne i valori storici, antropologici ed architettonici. 

Pubblichiamo sul numero in uscita la storia di questo paradiso del Mediterraneo con tutte le esperienze e difficoltà che sono state intraprese per mantenerlo tale.

L’Isola è di proprietà della famiglia Diana. Caso unico in Italia di un’area naturale protetta completamente privata.